Il tuo condominio green - Incentivi Provinciali per la riqualificazione energetica dei condomini

Il Trentino è ricco di edifici che racchiudono al proprio interno più di una abitazione. Non solo i palazzi del centro città, ma anche le case nei centri più piccoli delle nostre montagne prevedevano unità aggregate per ottimizzare gli spazi e risparmiare energia.

Il patrimonio immobiliare privato della nostra Provincia è importante e rappresenta quasi il 40% dei consumi energetici. Due terzi di questo consumo è attribuibile ad abitazioni con meno di otto unità abitative. Gran parte di questi edifici però, risalgono a prima del 1993 e devono oggi rinnovarsi per migliorare la propria efficienza energetica.

Per questo la Provincia autonoma di Trento mette a disposizione risorse, sotto forma di agevolazioni, relative alla riqualificazione energetica degli edifici.

La Provincia autonoma di Trento incentiva la diagnosi dei condomini anche se non si eseguono i lavori. Se invece si interviene, la Provincia contribuisce alla spesa dell’amministratore condominiale o del referente condominiale.

Con l’entrata in vigore del cosiddetto Superbonus 110% nazionale, la Giunta Provinciale ha deciso di modificare gli incentivi previsti relativi all'azione 'Il tuo condominio green', per ampliare la conoscenza dello stato energetico e sismico del patrimonio edilizio trentino, favorendo lo svolgimento delle diagnosi energetiche e dello stato di salute dell’edificio, anche nel caso in cui non si prosegua con la realizzazione dei lavori.

Ecco le novità introdotte:

  • la diagnosi energetica viene finanziata solo qualora non si proceda con i lavori. L'obiettivo di questa misura è garantire che ci sia un rientro delle spese anche nel caso in cui, a seguito dell'analisi, il condominio decida di non procedere (per esempio perchè non si raggiunge il miglioramento energetico di due classi per accedere al Superbonus);
  • è stata reintrodotta, contestualmente alla redazione della diagnosi, la possibilità di analizzare lo stato di salute del condominio, per definire la classe sismica dell'edificio e quella conseguibile a seguito degli interventi individuati per la riduzione del rischio sismico;
  • si mantiene il rimborso delle spese per gli oneri straordinari dell'amministratore o del referente condominiale;
  • le domande sono presentate direttamente a consuntivo, chiedendo pertanto il rimborso delle spese già sostenute;

Questi interventi sono complementari al Superbonus 110% e agli altri incentivi nazionali. Per i condomini, che nel processo di riqualificazione energetica hanno un iter procedurale più complesso dovendo ottenere l'accordo di più proprietari, si tratta di un importante strumento per provare ad avviare la riqualificazione almeno per la parte conoscitiva. Inoltre viene valorizzato il ruolo dell'amministratore come figura centrale nella concreta attuazione degli interventi.

Chi può accedere

L’articolo 1117 del Codice Civile individua come condominio qualsiasi edificio, anche di sole due unità immobiliari, purché abbia parti comuni (per esempio un cortile, un giro scale, la facciata, il tetto). Non solo il palazzo dotato di amministratore, ma anche la casetta con due appartamenti sono a tutti gli effetti un condominio.

Possono accedere a questi contributi tutti coloro che vivono edifici con almeno due unità immobiliari e spazi comuni. La domanda deve essere fatta dall'amministratore condominiale o, qualora la casa ne fosse sprovvista perché ha meno di 8 unità, da una persona unica eletta a rappresentante del condominio. Il condominio deve essere stato realizzato con un titolo edilizio anteriore al 14 ottobre 1993.

Le agevolazioni provinciali sono complementari rispetto alle detrazioni fiscali nazionali qualora queste ultime agevolino non solo il costo dei lavori ma anche le spese di progettazione e assistenza tecnica per la realizzazione dei medesimi. Non sono perciò cumulabili.

Nelle pagine seguenti sono riportate tutte le informazioni, la documentazione e i moduli per la presentazione delle domande di agevolazione provinciale in attuazione dell’art. 14 bis della Lp n. 20/2012 - Legge provinciale sull'energia - nonché gli strumenti formativi ed informativi, attivati con la firma del Protocollo d’intesa, approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 1012 del 2017.

Quale procedura adottare dal 3 novembre 2020

Scarica qui le locandine con l'infografica in PDF: infografica 1 infografica 2 

Per informazioni sui soggetti beneficiari e le spese ammesse consulta la delibera n.1709/2020.

La domanda è presentabile esclusivamente online dall'amministratore o dal referente condominiale tramite l'apposita piattaforma, attiva dal 17 novembre 2020. Non sarà presa in considerazione la presentazione cartacea della domanda. L'atto di delega per la presentazione ed invio telematico del referente condominiale ed i relativi allegati (documento di riconoscimento e nota informativa sulla privacy del delegante) che vanno comunque caricati sulla piattaforma. 

Puoi presentare domanda di contributo solo online

CLICCA E ACCEDI ALLA PIATTAFORMA ONLINE

(esclusa la piattaforma per l'edilizia sociale la quale sarà online a breve)

Modulistica da caricare sulla piattaforma online:

Delega del proprietario al referente condominiale: Formato PDF  Formato ODT con allegata dichiarazione per la Privacy che va presentata assieme alla delega compilata e sottoscritta per ciascun proprietario delegante.

La delega va presentata per ogni delegante (anche in unico modello sottoscritto da più proprietari) allegando la dichiarazione per la privacy debitamente compilata e copia del documento di identità di ciascun proprietario che la sottoscrive.

FAC SIMILE modulistica DA NON CONSEGNARE IN CARTACEO:

A titolo orientativo si pubblica FAC SIMILE della modulistica, per agevolare la raccolta dei dati da inserire sulla piattaforma online. La presente modulistica NON VA CONSEGNATA ALLA PROVINCIA. I dati vanno caricati esclusivamente online. Eventuali domande trasmesse in cartaceo sui sottostanti modelli di fac simile non hanno validità.

FAC SIMILE domanda per condomini

FAC SIMILE domanda edilizia sociale

Per assistenza riguardo alla piattaforma provinciale per l'inserimento delle domande di contributo, visita la sezione dedicata .

Per informazioni sulle agevolazioni provinciali

APIAE - Agenzia Provinciale per l'Incentivazione delle Attività Economiche

Servizio Agevolazioni e incentivi all'economia

Via Solteri, 38 - 38121 Trento

Tel. 0461 499440-9456-9434

apiae.agevolazionicontrolli@provincia.tn.it

Consulta la pagina dedicata agli incentivi promossi dal 2016

La Provincia autonoma di Trento già dal 2016 ha messo a disposizione risorse per oltre 2 milioni di euro, destinati alla riqualificazione di circa 15 mila condomìni. Per informazioni rispetto agli incentivi del 2016 consulta la pagina dedicata.

Consulta la pagina dedicata ai contributi per la riqualificazione energetica – deliberazione della Giunta provinciale 143/2020 (per domande dal 02/03/2020 al 24/8/2020)

Alla luce del Superbonus 110%, dal 25 agosto 2020 (giorno successivo alla pubblicazione della deliberazione n. 1257/2020 sul sito istituzionale della Provincia) e per tutta la durata dei benefici riguardanti la misura nazionale, si sospendono i contributi provinciali ai condomìni per le tipologie fino ad allora previste, fatte salve le domande per le schede C) e D) relative ad iniziative per le quali sono già state presentate le domande sulle tipologie A) e B). 

I condomini che hanno avviato l'iter tra il 2 marzo e il 25 agosto 2020 possono trovare le informazioni nella pagina dedicata.

Torna all'inizio